“Gli effetti del governo del cambiamento continuano a farsi vedere e sentire: Roma sta diventando un’altra terra dei fuochi”. Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia Francesco Battistoni. “L’incendio – aggiunge – divampato nella notte in un capannone adibito a deposito rifiuti nell’impianto Ama è l’ultimo esempio della noncuranza di questa amministrazione 5 stelle. Roma avrebbe bisogno di più cura e di manovre concrete per tornare ad essere una capitale competitiva: dalla privatizzazione del trasporto pubblico ad una politica efficiente nello smaltimento di rifiuti.

Purtroppo però, la realtà grillina è fatta solo di propaganda ed immobilismo. Invito, pertanto, la Sindaca ed il presidente della Regione a dare risposte puntuali ed a rassicurare i cittadini su quanto accaduto. Per amministrare bisogna essere onesti, anche intellettualmente, ed i cittadini meritano di sapere, ad esempio, chi era deputato al controllo dell’impianto, chi doveva vigilare, perché non si ha ancora un piano rifiuti nel Lazio, essendo l’ultimo di oltre 5 anni fa o quanto è stato fatto fino ad ora di ciò che è prescritto nella direttiva comunitaria 2008/98/CE con obiettivi specifici da raggiungere entro il 2020 che appaiono, ad oggi, davvero molto lontani.

I romani hanno già manifestato il loro dissenso per questa amministrazione che è voluta rimanere sorda ma oggi non può tapparsi il naso”.