fbpx

Economia

CACCIA. BATTISTONI (FI): SIA CONSENTITA NELLE ZONE ROSSE

"Con il Dpcm del 6 novembre 2020, il Governo ha diviso l'Italia in tre aree diverse: zona gialla, zona arancione e zona rossa, con relative diverse imposizioni di restrizioni, in base al livello di rischio e dello scenario epidemico della zona interessata. Questo decreto, in

Manovra: FI, governo sordo a richieste comparto sicurezza-difesa

La consulta Sicurezza di Forza Italia presieduta dal senatore Maurizio Gasparri e dall'onorevole Elio Vito, con i parlamentari Maria Tripodi e Matteo Perego ha incontrato i rappresentanti del comparto sicurezza-difesa e soccorso pubblico. "Anche in una fase delicata come questa, in cui ancora una volta

Manovra, Masini (Fi): professioni sanitarie dimenticate da governo

"In una delle bozze della legge di Bilancio che circola da qualche giorno, il Governo avrebbe previsto una, giusta e legittima, indennità di servizio per il prossimo triennio per i medici e gli infermieri che in questo ultimo anno sono stati fondamentali per la salvaguardia

DL RISTORI BIS. GALLONE (FI): BENE BUS PRIVATI E AMBULANTI IN ATECO

"L'inserimento delle categorie del trasporto privato e degli ambulanti nel codice Ateco all'interno del decreto Ristori bis è un risultato importante per l'impegno di Forza Italia. Dopo mesi di battaglie e continui solleciti al governo, finalmente è stato riconosciuto a queste attività la dignità che

COVID. BATTISTONI (FI): GOVERNO BATTA UN COLPO, AGRICOLTORI ABBANDONATI

"Il Governo sta voltando le spalle agli agricoltori italiani, che fino ad ora sono andati avanti solo ed esclusivamente con le proprie forze, la loro passione e l'amore per il proprio lavoro. Ma l'agricoltura, insieme al settore del turismo strettamente connesso, rischia, stavolta, di essere

CORONAVIRUS: RONZULLI GOVERNO METTE REGIONI UNA CONTRO L’ALTRA

"Nel 'colorare' le regioni il governo ha fatto un gran pasticcio, non ha tenuto conto dei dati epidemiologi più recenti e neanche della capacità di risposta delle singole sanità. Ci sono discrepanze molto forti addirittura rispetto al rapporto tra tamponi e contagi. I numeri, infatti,