Aimi (FI): “Imbarazzante silenzio di Di Maio su atteggiamento ambasciata cinese”

Aimi (FI): “Imbarazzante silenzio di Di Maio su atteggiamento ambasciata cinese”

 

L’Ambasciata cinese attacca il sottoscritto e una decina di altri parlamentari italiani che hanno avuto il coraggio di ascoltare ed interloquire con il leader della protesta studentesca ad Hong Kong collegato via Skype. È una battaglia di libertà che rifarei. Poche ore prima, in Commissione Affari  Esteri, mi ero battuto insieme ai colleghi Lucio Malan e Adolfo Urso, in difesa della libertà del popolo venezuelano, contro il regime sanguinario e comunista di Maduro. Se preferite un parlamentare silenzioso e pusillanime, la prossima volta non votatemi. E  trovo semplicemente imbarazzante il silenzio del Ministro Di Maio su quanto sta avvenendo. Occorre dare il segnale chiaro che il Governo italiano non può certo farsi dettare l’agenda politica internazionale dalla Cina e che i parlamentari possono interloquire e dialogare con tutti, specialmente con chi manifesta per la libertà.

Lo dichiara Enrico Aimi, senatore e capogruppo in Commissione Affari Esteri per Forza Italia