fbpx

Dl infrastrutture: Barboni (Fi), ci sia consentito qualche mugugno su modalità esame

Dl infrastrutture: Barboni (Fi), ci sia consentito qualche mugugno su modalità esame

“Alle 14 di ieri ci è stato consegnato in Commissione un ddl di conversione di questo decreto composto di 27 articoli e 250 pagine. Ci sia dunque consentito almeno il diritto al mugugno sulle modalità di esame dei decreti. Modalità ormai continue che strozzano il lavoro delle Camere, che sarebbero certamente comprensibili  per provvedimenti urgentissimi come quelli in materia sanitaria ma che per nulla lo sono in altri casi, vedi appunto il caso del decreto che esaminiamo oggi e che domani voteremo”.
Lo ha detto in aula il senatore di Forza Italia Antonio Barboni, durante il dibattito sul dl infrastrutture già approvato alla Camera. “Mi soffermerò per brevità – ha aggiunto – sulle modifiche al Codice della Strada che risale al 1992, aggiornato più volte e spesso con danni evidenti. In questa occasione si è discusso dei monopattini elettrici e dell’infortunistica a loro connessa. Erano state chieste cose importanti, ad esempio, il possesso di un patentino per condurli, il casco per tutti, il divieto di circolazione nelle ore notturne, l’obbligo delle luci accese sempre. Nulla di questo è stato previsto. Auspico che se si vorrà in futuro procedere ad una riforma organica del Codice della Strada si provveda ad inizio legislatura per un esame serio, approfondito sul piano tecnico e che dia la possibilità di arrivare ad una approvazione compiuta oltre che efficace”.