fbpx

UE: CRAXI (FI), ‘PERICOLOSI VENTI DI GUERRA NELL’EST EUROPEO’

UE: CRAXI (FI), ‘PERICOLOSI VENTI DI GUERRA NELL’EST EUROPEO’

”L’area del Mediterraneo orientale e, soprattutto, il confine ucraino, rappresentano due fronti crisi che, se non controllati da una forte e sapiente azione diplomatica, rischiano di sviluppare escalation rovinose. È soprattutto quest’ultimo, quello dell’Europa orientale, che più deve inquietare, con un movimento e un dispiegamento crescente di forze militari senza pari che rischia di trascinare Europa, Stati Uniti e Russia in un conflitto armato nel cuore dell’Occidente e che, ancor più in questo particolare momento storico, non farebbe che favorire le mire egemoniche di Pechino e il suo disegno nell’Indo-Pacifico”. Lo afferma Stefania Craxi, senatore di FI e vicepresidente della Commissione Affari esteri. “Noto, però, che nonostante questi rischi globali, Francia e Germania continuano in solitaria colloqui congiunti su alcuni dossier di politica estera che più interessano l’Europa, pensando magari, e forse non a torto, di decidere a due parte dell’agenda comunitaria. Credo che l’Italia, può e debba essere un attore protagonista ed autorevole, considerato anche il suo impegno militare senza pari all’interno di innumerevoli missioni internazionali, compresa quella afgana che vedrà il ritiro delle truppe dell’Alleanza, mi auguro senza contraccolpi”, conclude Craxi.