fbpx

Testor: l’Italia è un boeing senza carburante

Testor: l’Italia è un boeing senza carburante

“L’allarme lanciato dal Presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili ci preoccupa molto, purtroppo non sembra preoccupare questo governo che non percepisce la reale condizione del Paese la cui economia è completamente in stallo. Non ci lasciano indifferenti i 62 miliardi di euro di opere infrastrutturali bloccate per l’eccessiva burocrazia in cui si intrappola l’edilizia italiana, da sempre comparto trainante dell’economia nazionale”. Così, in una nota, la senatrice di Forza Italia, Elena Testor. “Chiediamo che si apra subito un tavolo di crisi e che il governo si assuma per una volta le sue responsabilità: pagare i debiti alle imprese, sbloccare le opere e alleggerire la troppa burocrazia che impedisce la ripresa del settore. Siamo stanchi dell’incapacità di questo governo che non riesce a dare le giuste e immediate risposte ai bisogni delle imprese italiane. Siamo a favore della crescita e dalla parte di chi lavora onestamente, da sempre ci battiamo contro l’oppressione fiscale, burocratica e giudiziaria”, conclude la nota della parlamentare azzurra.