Va combattuta una piaga che provoca morti e danni

Bisogna introdurre il reato di frode patrimoniale ai danni di soggetti vulnerabili per la loro età avanzata, dai due ai sei anni di galera, arresto obbligatorio in caso di flagranza e sospensione della condizionale senza un risarcimento integrale della vittima: sono questi i capisaldi della proposta di legge di Forza Italia, primo firmatario il senatore azzurro Andrea Cangini, per contrastare un fenomeno, quelle delle truffe agli anziani, che nel nostro Paese ha raggiunto dimensioni gravissime. “Ogni anno – ha detto Cangini nel corso di una conferenza stampa al Senato, a cui ha partecipato anche il vice presidente vicario del Gruppo Lucio Malan – si registrano almeno 15mila casi, ma stime della Cisl e degli inquirenti calcolano che in realtà il numero reale di queste truffe è almeno il doppio, visto che tantissime vittime non denunciano per la vergogna.

Questo significa che ogni giorno vengono truffati almeno due anziani. Il problema – ha proseguito – non riguarda solo i beni, il patrimonio, ma ha ricadute psicologiche, perché queste persone si sentono umiliate e sono fragili, hanno fisici vulnerabili e spesso queste vicende aprono le porte alla malattia. Una piaga che non colpisce solo il patrimonio di queste persone avanti con l’età, ma anche la loro vita. Tantissimi anziani, per il senso di colpa e l’umiliazione, subiscono gravissime ricadute psicologiche, depressioni, quindi abbassamento delle difese immunitarie: tutti elementi che possono portare alla morte. Mi auguro, anzi sono certo – ha aggiunto Cangini – che tutte le forze politiche, a partire dalla Lega che sta nella maggioranza, si facciano carico del problema e appoggino questa proposta di legge”.

Quanto al merito della proposta di Cangini questa, composta da quattro articoli, prevede anzitutto l’introduzione del reato di “frode patrimoniale in danno di soggetti vulnerabili”, con pene che vanno dai due ai sei anni. Inoltre, per chi venga riconosciuto colpevole di tale reato, la concessione della sospensione condizionale della pena e’ subordinata al risarcimento integrale del danno alla persona offesa. Il ddl prevede anche l’arresto obbligatorio in flagranza di reato. “La speranza – ha affermato Cangini – e’ che di questa situazione si facciano carico anche i partiti di maggioranza, in particolare la Lega, e che possano convergere su questa proposta.

In questo caso – ha aggiunto – non e’ il caso di fare distinzioni politiche”. Una toccante testimonianza diretta è stata portata dalla giornalista Letizia Cini che ha raccontato la terribile esperienza vissuta dalla madre vittima di una truffa che le portò via tutti i risparmi e poi anche la vita. Alla conferenza stampa era presente anche l’ex-parlamentare forzista Enrico Pianetta, oggi coordinatore dei seniores di Forza Italia, che a sua volta ha lanciato due proposte in favore della popolazione anziana. La prima e’ quella di istituire il ministero per la Terza eta’, e la seconda e’ inserire il principio della tutela degli anziani nella Costituzione.