“Anche oggi leggiamo le solite stucchevoli minacce al ministro Tria che non avrebbe firmato i decreti per il rimborso dei risparmiatori truffati. Ovviamente Di Maio dimentica alcuni particolari, a cominciare dal fatto che la legge di bilancio prevede dei rimborsi indiscriminati: in sostanza quindi è sbagliata la manovra di bilancio e il problema non è Tria, improvvisamente diventato il Ministro ‘pigro’ del Governo del cambiamento”. Così in una nota Fiammetta Modena. “Al vicepremier – conclude la senatrice di Fi – chiediamo di spiegare la differenza tra il loro governo e quello del Pd, visto che questi soldi comunque non arrivano”.