“La Cirinnà ieri ha ‘ordinato’ al sindaco di Roma Raggi di rimuovere i manifesti delle associazioni del Family Day che difendevano la famiglia e la procreazione naturale, difendevano i diritti dei bambini. E la Raggi, attivissima e efficiente sindaco di una capitale morente, ha subito eseguito con la risibile motivazione che si trattava di un messaggio omofobo lesivo del rispetto di diritti e libertà individuali.

Nulla di tutto questo, si tratta invece di un gesto ideologico e intollerante che impedisce a chi non la pensa come il sindaco e la Cirinnà di esprimere le proprie idee e convinzioni che peraltro sono quelle della stragrande maggioranza dei cittadini”. Lo dichiara in una nota Maria Rizzotti senatrice di Forza Italia e vicepresidente del gruppo al Senato.