“Il vasto incendio che il 30 settembre è divampato nei pressi dell’oasi del WWF “Le Cesine”, in provincia di Lecce, ha distrutto più di 50 ettari di vegetazione mediterranea, provocando danni irreparabili allo splendido patrimonio naturalistico salentino e alle numerose specie protette che si trovano nella riserva”. E’ quanto scrivono i senatori di Forza Italia, Luigi Vitali, Licia Ronzulli, Alessandra Gallone, Dario Damiani, Carmela Minuto e Adriano Galliani in un’interrogazione ai ministri dell’Ambiente e della Salute.

” In attesa che la magistratura accerti eventuali responsabilità su quanto è avvenuto, si chiede ai ministri quali iniziative urgenti siano state adottate o si intendano adottare per quanto concerne la prevenzione di simili sciagure e quali azioni saranno attivate per verificare i danni all’ambiente. Si chiede, inoltre, al ministro Grillo – aggiungono i senatori di Forza Italia – se intende predisporre accertamenti sanitari per stabilire se ci sono rischi concreti per la salute della popolazione del territorio interessato, a seguito del vasto incendio che è stato domato grazie all’intervento di ben 13 squadre dei Vigili del fuoco. A loro e agli uomini e alle donne della Protezione civile, dei Carabinieri Forestali, al personale dell’Arif e a tutti i volontari va la nostra gratitudine per l’encomiabile lavoro che hanno fatto nel gestire l’emergenza.

Sarà cura in particolare del Dipartimento Ambiente e Territorio di Forza Italia- concludono i parlamentari azzurri – seguire da vicino la vicenda e vigilare sulle attività che i ministeri interrogati metteranno o meno in atto e sui risultati raggiunti”.