“E’ condivisibile la protesta dei ricercatori del centro oncologico di Aviano(PN), cui invio la mia solidarietà. A un anno dall’approvazione, la contestata riforma dei contratti della ricerca sanitaria, non è ancora entrata in vigore. I precari della ricerca, il cui contratto scadrà a fine dicembre e nel 2019, non hanno alcuna garanzia di poter proseguire la loro attività.

La direzione amministrativa del Cro ha dichiarato che non intende prorogare i contratti in scadenza fino a quando non sarà firmato il nuovo contratto Sanità – Comparto e non saranno contestualmente promulgati i decreti attuativi ministeriali che stabiliscono le procedure dei concorsi e i sistemi di valutazione previsti dalla cosiddetta legge “Piramide”. Per tali ragioni presenterò un’interrogazione chiedendo al Governo le motivazioni dei ritardi e degli emendamenti alla Legge di Bilancio affinché si provveda alla proroga dei contratti in essere e per risolvere l’annosa situazione del precariato anche decennale dei ricercatori che svolgono un ruolo fondamentale per la salute dei cittadini”. Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Laura Stabile.