“Caro ministro Tria dall’intervento di oggi emerge la sua soddisfazione. Lei ci doveva dire: ‘Avevo ragione io, il governo ha sbagliato, stiamo rientrando nella mia impostazione, non mi avevano capito'”. Così Massimo Mallegni, senatore di Forza Italia nel corso del suo intervento sull’informativa del ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

“Oggi – aggiunge – lei ci dice che questa manovra è moderatamente espansiva, che la crescita sarà sotto la media europea, che il deficit programmato dovrà essere ridotto per evitare la lente d’ingrandimento della Ue. Insomma, lei dice al Parlamento che il suo punto vista ante approvazione del Def era corretto e quello dei suoi dante causa era sbagliato”. “Voi oggi invece prendete atto di non essere in grado di rispettare gli impegni presi nel contratto di governo e purtroppo in questa situazione ci rimettono famiglie e imprese.

Intestardirsi per portare a casa il reddito di cittadinanza e la quota 100 vuol dire impoverire la Nazione. Agli amici della Lega ricordo che noi avevamo proposto il taglio delle tasse con la flat tax e che avevamo soluzioni per aggredire la povertà. Ora, con questa manovra il futuro del Paese è nero e buio”, conclude Mallegni.