Mallegni: grande delusione, Fi non vota lo 'Sblocca cantieri'

Mallegni: grande delusione, Fi non vota lo 'Sblocca cantieri'

“Non voteremo un decreto che si chiama ‘Sblocca cantieri‘, ma in effetti è un vero e proprio ‘Blocca cantieri’. Nessuna delle questioni importanti che ci sono sul tappeto per riavviare le opere pubbliche in Italia sono state sciolte”. Lo ha detto in dichiarazione di voto al Decreto ‘Sblocca cantieri’ il vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Massimo Mallegni.
“Abbiamo atteso per settimane – ha aggiunto – i lavori in Commissione ed in Aula sono andati avanti di sospensione in sospensione, alla fine è arrivato un lungo elenco prodotto da Anas di opere per circa 17 miliardi che andrebbero sbloccate. Ma nulla di questo si farà perché il governo ha preferito il reddito di cittadinanza e quota 100, misure fallimentari, che non hanno prodotto nè produrranno crescita.
Inoltre, sono stati respinti innumerevoli nostri emendamenti per favorire le Pmi, per aumentare la percentuale dei subappalti, per il pagamento dei debiti alle imprese da parte della Pa, neppure siamo riusciti a abrogare il dm 1444/1968 sulla distanza dei fabbricati che è davvero il colmo dei colmi. Infine – ha concluso Mallegni – la grande delusione che abbiamo subito dopo la retromarcia della Lega sulla moratoria di due anni del codice degli appalti, quella si che poteva rappresentare una svolta. Buone ragioni per dire no a un decreto pessimo”.