“I numeri delle persone colpite dal cancro e l’elevato impatto socioeconomico di questa patologia, anche in termini di costi da sostenere per il paziente e le famiglie, rendono necessaria un’azione legislativa mirata a riconoscere il valore sociale ed economico per l’intera collettivita’ della figura del caregiver (assistente) familiare. Per questo ho presentato a mia prima firma un disegno di legge, attualmente all’esame della commissione lavoro che ha come obiettivo il riconoscimento giuridico della figura del caregiver includendovi anche l’assistente familiare oncologico”. Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Roberta Toffanin, che oggi ha illustrato il provvedimento nel corso del convegno in Senato promosso dalla senatrice in collaborazione con FAVO (Federazione Italiana Volontariato Oncologico) e dedicato al sostegno delle figure di assistenza familiare dei malati oncologici.

“Lo Stato riconosca – aggiunge la senatrice Toffanin – contributi previdenziali e assicurativi e la decontribuzione delle spese sostenute per chi deve rinunciare alla propria attivita’ lavorativa per occuparsi del malato in famiglia. E’ altresi’ importante che venga garantito anche un sostegno morale e psicologico attraverso corsi di formazione e di collaborazione con enti e associazioni. Gli ultimi studi evidenziano infatti che, in mancanza del caregiver familiare, vero e proprio ammortizzatore sociale, lo Stato dovrebbe spendere annualmente cifre elevatissime per l’assistenza. “Sostenere e valorizzare questa figura costituisce dunque un vero e proprio investimento per la sostenibilita’ dei sistemi sanitari”, conclude la senatrice azzurra ringraziando per il loro contributo i colleghi Emilo Floris e Alessandra Gallone.