Di Maio a New York, mentre annuncia di voler estendere il reddito di cittadinanza anche agli italiani all’estero, con evidente sprezzo del ridicolo, assicura: non giochiamo in difesa, andiamo all’attacco, siamo al lavoro per una crescita all’altezza delle aspettative. Evidentemente non ha letto il decreto crescita, al quale sono stati destinate pochissime risorse, poco piu’ di un miliardo, visto che le misure assistenziali hanno svuotato le casse dello Stato. Per il resto, qualche agevolazione fiscale, norme per favorire l’aggregazione tra imprese, il ripristino del super-ammortamento, ma solo per nove mesi, la revisione della mini-Ires, i mini-bond per le piccole imprese, il rilancio del made in Italy tradotto pero’ in una serie di buoni propositi politici dal problematico e’ molto improbabile impatto economico. Un pacchetto deludente al quale pero’ il governo affida l’ultima speranza di evitare la manovra correttiva facendo tornare a crescere magicamente il Pil. Dopo i dati diffusi ieri da Confindustria, ci vorrebbe ben altro per invertire la rotta della recessione e far scendere la febbre. Ma questo governo non e’ in grado di farlo, perche’ e’ proprio il virus che l’ha provocata”. Lo dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato.