“Il governo ormai è un campo minato con la miccia sempre più corta. I prossimi fuochi d’artificio arriveranno la prossima settimana col decreto sblocca cantieri al Senato: la Lega lo ha emendato con i rifinanziamenti delle province e della Tav, di cui Di Maio non vuol nemmeno sentir parlare, i Cinque Stelle invece ripropongono il Salva Roma contro cui Salvini ha già piazzato il suo no ideologico.

Poi ci sono le altre Grandi Opere, l’immigrazione e soprattutto l’Autonomia regionale, che sta diventando una colossale presa in giro alle regioni del nord. Non è ancora chiaro su quali di queste mine possa inciampare il governo, ma sarebbe utile che questo avvenisse subito, prima che l’Italia salti in aria sulla bomba atomica dei conti pubblici, l’unica cosa su cui gli ex alleati sono tragicamente d’accordo”.

Lo dice Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato.