“Il problema non e’ quando Lega e 5Stelle litigano, ma quando fanno pace. Le discussioni almeno dimostrano che Salvini sta difendendo le battaglie combattute in tanti anni nel centrodestra, in un’ottica di crescita e sviluppo del Paese. Ma come spesso accade fra persone incompatibili che cominciano a trovarsi insopportabili, il momento piu’ pericoloso – per gli italiani – e’ quello della tregua”. Lo dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato.

“Tregua la cui unica motivazione e’ tenere in piedi un matrimonio d’interesse per la gestione del potere, che sacrifica il bene superiore del Paese. E’ un bacio della morte mascherato da riconciliazione, che distrugge decenni di ideali e politiche di espansione e ammodernamento, per siglare accordi al ribasso in nome dell’oscurantismo a 5Stelle. Sta accadendo con i termovalorizzatori, la cui rinuncia fino a poche ore fa significava per Salvini un inaccettabile ritorno al passato. E’ avvenuto per la prescrizione, barbaro processo senza fine, malgrado la Lega avesse assicurato un collegamento – inesistente, a leggere la nuova norma – con la riforma complessiva del processo penale.

Rischia di succedere con la Tav, ed e’ una realta’ fin troppo evidente nella manovra il de profundis della pace fiscale. Per questo chiediamo a Salvini di non accettare piu’ armistizi senza condizioni con i 5Stelle, perche’ la storia insegna quanto male facciano ai paesi che li siglano. Ed il presente ci dimostrera’ quali e quanti danni portera’ all’Italia questo modo di fare la pace”.