“Il voto europeo, ma soprattutto il voto in Piemonte, dove l’85% è andato al fronte favorevole alla Tav, ha conferito un mandato chiaro alla nuova giunta regionale e al governo nazionale: sbloccare subito l’Alta Velocità Torino-Lione, riaprire i cantieri e chiudere la pantomima dell’analisi costi-benefici. Per questo anche i tatticismi parlamentari devono finire: al Senato si vota il decreto sblocca cantieri ed è l’occasione giusta per rompere gli indugi.

La Lega aveva presentato un emendamento pro Tav che poi è stato trasformato in un ordine del giorno per non turbare gli equilibri di maggioranza. Ora la situazione è cambiata, perché c’è da rispettare il contratto con gli elettori: Forza Italia è pronta a dare subito il via libera alla Tav con lo sblocca cantieri, in Senato c’è un’ampia maggioranza favorevole e non c’è quindi più tempo da perdere. Ora ci aspettiamo dalla Lega un atto di coerenza, oltre che nelle dichiarazioni pubbliche, anche in Parlamento”.

Lo afferma Anna Maria Bernini, capogruppo dei senatori di Forza Italia