Bernini, sullo sviluppo il governo ha tirato il freno a mano

Bernini, sullo sviluppo il governo ha tirato il freno a mano

“Il premier Conte continua a navigare nella sua realtà virtuale e stamani, in un’intervista al Sole 24 ore, ha sfogliato un’altra pagina del suo libro dei sogni assicurando che non ci saranno né patrimoniale né aumento dell’Iva, come se i conti pubblici fossero a posto. Ma è stupefacente apprendere che ‘il governo vuole mettere il turbo al Paese sul fronte delle infrastrutture’. Salvo aggiungere che se l’analisi costi-benefici sulla Tav avrà bisogno di integrazioni ‘le chiederemo agli stessi esperti già consultati’.
Ossia alla commissione Ponti-Toninelli che ha già affossato l’opera. Altro che turbo, allora: Conte conferma che il suo è e resta un freno a mano tirato sullo sviluppo del Paese. L’ultimo scontro fra Tria e Di Maio su Tav e Alitalia dimostra che l’equilibrio nel governo è sempre più instabile, ai limiti dell’impossibile. Forza Italia è in campo, in Parlamento e nel Paese, per far esplodere le contraddizioni di questa maggioranza allo stremo e per creare le condizioni di un’alternativa solida e coesa”.
Così la capogruppo FI al Senato Anna Maria Bernini.