fbpx

Damiani: Di Maio dovrebbe investire sulla propria cultura

Damiani: Di Maio dovrebbe investire sulla propria cultura

“E così, dopo le false promesse sulla trasformazione dell’Ilva in giardino, la splendida città di Taranto deve subire persino l’umiliazione di essere giudicata priva “di musei degni della Magna Grecia”. Una storia tragicomica, grottesca: un ministro che rappresenta la nazione ma ignora i suoi gioielli culturali, fra i quali il MArTA, il Museo Nazionale Archeologico di Taranto, uno fra i migliori al mondo, come ha replicato la direttrice Eva Degl’Innocenti.
Una pessima figura mediatica di fronte al mondo intero, che ammira e conosce il nostro immenso patrimonio culturale e artistico meglio di questa nuova classe dirigente che non solo dimostra di aver appreso molto poco dai libri, ma mette a nudo il grosso limite di una formazione politica soltanto virtuale, costruita su blog e social con slogan d’impatto e non attraverso il rapporto diretto con i territori, con i loro problemi reali e le loro risorse straordinarie.
Una classe dirigente calata non tanto dall’alto quanto dal nulla. Di positivo c’è che il ministro Di Maio desidera aumentare gli investimenti in cultura: ottimo proposito, può cominciare da se stesso”. Lo dichiara il Senatore di Forza Italia Dario Damiani in risposta alle dichiarazioni del Ministro Di Maio rilasciate durante la trasmissione di Rai Tre “Cartabianca”.