fbpx

Damiani: Il reddito di cittadinanza non è una priorità per il Paese

Damiani: Il reddito di cittadinanza non è una priorità per il Paese

“Spread in rialzo, borsa in calo, produzione industriale in frenata come non accadeva dal 2016, consumi ridotti. In questo scenario economico allarmante, la sola preoccupazione del M5S è il duello con il ministro Tria sull’entità delle risorse per il reddito di cittadinanza. Una misura assistenzialista sulla quale di sicuro i pentastellati si giocano una grossa fetta della loro credibilità elettorale, che tuttavia non può essere barattata con le reali necessità del Paese intero.Lo scrive Dario Damiani, senatore di Forza Italia.
“La verità è che manca una visione orientata alla ricerca di soluzioni che favoriscano la crescita economica complessiva e quindi il livello di benessere generale dei cittadini, sostituita da un’ottica di parte in cui l’unico obiettivo è accontentare il proprio elettorato e, possibilmente, ampliarne la platea. Un gioco sulla pelle dei cittadini che invece attendono riforme strutturali serie e non sussidi, che il programma del centrodestra ha già indicato con chiarezza.Non esistono soluzioni alternative, l’economia ha regole che non seguono i desiderata dei grillini: se ne facciano una ragione.
La prossima manovra di bilancio dovrà puntare su tagli alla spesa pubblica, riduzione del costo del lavoro, investimenti in infrastrutture laddove sono carenti, in primis al Sud, riduzione della pressione fiscale per aziende e persone fisiche, blocco dell’Iva. Una sfida dura e complessa per il Governo, che non ammette concessioni a programmi velleitari di chi punta soltanto ad autocelebrarsi.