Governo

Testor, coinvolgere il Parlamento nella crisi delle imprese turistiche

"Chiedo ai ministri dello Sviluppo economico e del Turismo di coinvolgere il Parlamento al tavolo di crisi dedicato alle imprese turistiche colpite dal fallimento del tour operator inglese Thomas Cook". Lo riferisce una nota della senatrice di Forza Italia, Elena Testor, che ha presentato richiesta

Testor: il governo vive in un altro paese

  Con la discussione della nota di aggiornamento del Def abbiamo avuto la prova che questo governo sta vivendo in un altro Paese, forse quello delle favole e cerca di infatuare anche tutti gli italiani. Con l'anticipo di quella che sarà la manovra di bilancio solo una

Gasparri, continua politica di svendita del nostro Paese alla Cina

“Continua la politica di svendita del governo Conte ai comunisti cinesi. Di Maio, che chissà come avrà chiamato l’ennesimo esponente cinese venuto a fare il padrone in Italia, ha sottoscritto altri accordi che fanno gli interessi della Cina. Mentre si urla tanto sulle vicende della

Bernini, rubli da Mosca? Il paradosso del Pd

"Non e' curioso che i piu' scatenati assertori della commissione d'inchiesta sui soldi dalla Russia siano i compagni del Pd, cioe' gli eredi politici del partito che dei finanziamenti di Mosca ha vissuto per decenni attraverso un'alleanza strategica contro i nemici dell'Occidente? In politica si

Bernini, centrodestra unito è vincente

"L'avanzata del centrodestra nei Comuni sopra i 15mila è importante e senza discussioni: il centrodestra è salito da 39 a 89, e il centrosinistra è invece sceso da 149 a 100. Una tendenza confermata dai ballottaggi nei Comuni capoluogo, finita 7-6 per il centrodestra con

Ronzulli, centrodestra unito convince 

"Il centrodestra unito vince, strappando alla sinistra alcune roccaforti dove governava da decenni, e convince riconfermando il buongoverno dei nostri tanti sindaci. Dalle amministrative emergono tre elementi inequivocabili. Il primo è che Forza Italia è imprescindibile nell'ambito dell'alleanza di centrodestra. Il secondo è che soltanto quando

Cangini, Crimi ammetta errore su Radio Radicale

"E' molto probabile che all'inizio della legislatura il sottosegretario Crimi abbia fatto un errore di valutazione considerando la convenzione di Radio Radicale all'interno del grande calderone dei fondi per l'Editoria. Radio Radicale svolge invece un servizio pubblico di alta qualità riconosciuto anche dall'Agcom. Chiuderla significherebbe

Moles, subito soluzione ponte poi gara per Radio Radicale

"Noi chiediamo fortemente una soluzione ponte che consenta a Radio Radicale di non sospendere il suo servizio pubblico, in attesa dello svolgimento di una gara per proseguire l'attività radiofonica in modo stabile. Intervenire invece come vuol fare la maggioranza gialloverde solo per la digitalizzazione dell'archivio

Mallegni: grande delusione, Fi non vota lo 'Sblocca cantieri'

"Non voteremo un decreto che si chiama 'Sblocca cantieri', ma in effetti è un vero e proprio 'Blocca cantieri'. Nessuna delle questioni importanti che ci sono sul tappeto per riavviare le opere pubbliche in Italia sono state sciolte". Lo ha detto in dichiarazione di voto