Manovra, Dal Mas (FI): Applicare cedolare secca su tutto territorio

Manovra, Dal Mas (FI): Applicare cedolare secca su tutto territorio

 

 

La norma attuale sulla cedolare secca al 10% per le locazioni a canone concordato prevede l’applicazione solo nei 716 Comuni ad alta tensione abitativa, escludendone quindi 7198. Per sanare questa disparità il senatore di Forza Italia Franco Dal Mas, raccogliendo quanto segnalato da Confedilizia nel corso di un’audizione, ha presentato un emendamento che mira ad estendere la cedolare secca a tutti i comuni.”L’emendamento – spiega – mira a eliminare un effetto indiretto conseguente alla tecnica legislativa utilizzata per stabilizzare l’aliquota del 10%. La modalità utilizzata, infatti, causa l’esclusione di tutti i contratti di locazione a canone calmierato stipulati nei Comuni per i quali sia stato deliberato, negli ultimi cinque anni precedenti il 28 maggio 14, lo stato di emergenza a seguito del verificarsi di eventi calamitosi”.

 

“E poiché la condizione richiamata nella norma risulta essere presente in pressoché tutti i Comuni italiani, la conseguenza è quella dell’esclusione, a partire dal 2020, di molte migliaia di Comuni nei quali esso ha trovato applicazione nei sei anni di sua vigenza (dal 2014 al 2019), limitandolo ai soli centri considerati ‘ad alta tensione abitativa’ (716 Comuni). Dall’emendamento non derivano oneri aggiuntivi. Infatti, il costo è già stato considerato nella Relazione tecnica tra gli oneri derivanti dalla stabilizzazione della cedolare al 10% (la Relazione prende come base imponibile l’importo integrale del canone dei contratti di locazione agevolati risultante dalle dichiarazioni dei redditi del 2018, in cui non vi è distinzione dei territori in cui sono ubicati gli immobili)”, aggiunge Dal Mas.